Bergamotto e utilizzi

A prima vista si potrebbe confondere con un grosso limone. Le sue dimensioni, l’aspetto ruvido e bitorzoluto della sua buccia spessa, tuttavia, sono i tratti che lo contraddistinguono e differenziano dagli altri agrumi.

Sembra che per le sue qualità fosse già conosciuto ai tempi dei romani come “olio di cedro” e che fosse usato per la conservazione delle pergamene.

ORIGINE

Il suo nome in latino , Citrus Bergamia, ricorda la sua appartenenza alla famiglia degli agrumi, anche se la sua etimologia farebbe derivare il nome da una parola turca “Beg Armodi” ovvero “Pero del Signore”. Secondo questa teoria il nome di questo cedro da cui si estraevano potenti essenza profumate richiamerebbe alla città di Bergma ovvero Pergamo in Asia Minore.

Ci sono altre leggende secondo cui il Bergamotto sarebbe invece stato importato da Cristoforo Colombo e trapiantato nelle Isole Canarie. Di qui giunse a Reggio Calabria da Berga (citta’ spagnola vicina a Barcellona) da cui prese il nome “Bergamotto” .

La sua presenza in Calabria è documentata intorno il XIV ed il XVI secolo. Alcuni scritti certificano che il frutto venne offerto a Carlo V di passaggio a Roma nel 1500.

  • Una legenda racconta che il moro di Spagna vendette un ramo di bergamotto ai signori Valentino di Reggio (in Calabria). Furono poi i nobili signori ad innestare il bergamotto su un arancio amaro di un loro possedimento. Molti lo ritengono invece una specie vera e propria derivante da una piante di origine cinese.

Nel 1750 sarebbe stato impiantato  il primo “bergamotteto”. Fu un certo Nicola Parisi che, primo coltivatore di Bergamotto, impianto’ per la prima volta il frutto in un suo fondo chiamato “I Giunchi”.

Il bergamotto e la salute

CALABRIA

Da sempre il bergamotto è riconosciuto come peculiarità Calabrese. Il 90% della produzione totale di bergamotto arriva dalla Calabria e da qui viene esportato in tutto il mondo.

IN COSMETICA

La sua buccia, grazie alla spremitura a freddo rilascia un olio essenziale dal profilo aromatico  fresco e amarognolo.

Sin dai primi anni dell’800 venne utilizzato come base nei profumi puro o insieme ad altre essenze. Oggi si conoscono molte sue altre proprietà in particolare può venire utilizzato come antisettico, balsamico, antivirale, digestivo, antispastico e sedativo.

L’olio essenziale di Bergamotto se viene aggiunto allo shampoo produce un effetto antiforfora e anticaduta. Ricco di flavonoidi, l’olio utilizzato in cosmetica diventa un importante alleato contro i radicali liberi e un’amico inseparabile delle pelli grasse ed acneiche grazie alla sua potente funzione astringente e cicatrizzante.

Il bergamotto e la pianta

IN MEDICINA

Nel 2009 il Journal of Natural Products ha pubblicato una ricerca scientifica che dimostra come i flavonoidi contenuti nel bergamotto abbiano un’azione molto simile a quella delle statine di sintesi, ovvero bloccare gli enzimi della sintesi del colesterolo. Altri studi effettuati su pazienti con colesterolo alto dimostrano come l’utilizzo di succo di bergamotto contribuisca anche a ridurre i livelli di LDL, colesterolo “cattivo”, e ad alzare i livelli di HDL, colesterolo “buono”.

Un polifenolo contenuto nel succo di bergamotto, aumenta l’assimilazione di glucosio nei muscoli e nel fegato e contribuisce a diminuire i livelli di glucosio nel sangue e quindi migliora l’attività dell’insulina. Dato l’elevato contenuto in vitamina C, B1, B2,  che migliorano l’assorbimento del ferro, il succo di bergamotto, così ricco di vitamine, è utile nel supporto alle terapie per le anemie.

Bevande al bergamottoIN CUCINA

Gli oli essenziali di bergamotto, in virtù della loro straordinaria fragranza, sono impiegati nella produzione industriale di profumi, dolci e liquori.

Ricette per menù “Benessere”
ll bergamotto è molto utilizzato in cucina in diversi modi: è possibile berne il succo, benchè piuttosto amaro; si possono usare gli spicchi per preparare delle insalate, o la scorza, da mettere in salamoia, e utilizzare per aromatizzare primi, secondi e dolci.

Molto conosciuto e diffuso è anche il liquore al bergamotto, preparato con le bucce.

IN PSICOLOGIA

Utilizzato come essenza risulta essere un valido antidepressivo. Respirare il suo aroma porta benefici in stati di ansia poichè svolge un’azione sedativa del sistema nervoso e regola il rilascio naturale della melatonina.

Poche gocce nel diffusore o nelle vaschette sul termosifone sono sufficienti per conciliare il sonno, eliminare blocchi emotivi e riportare alla serenità.

Aromaterapia e bergamottoIn aromaterapia  l’essenza di bergamotto viene associata all’azione del Sole e di Mercurio, al chakra del Plesso solare – Manipura – e al segno zodiacale dei Gemelli.


In Calabria esiste una Spa dedicata a questo agrume le cui proprietà vengono utilizzate in massaggi e rituali come il Bergamotto Signature Treatment Full Body – Wellness Experience.

La nuova Bergamia Thalasso Spa è un luogo creato per il benessere attraverso l’acqua di mare, le proprietà del clima e dei frutti della sua terra, ideale per ritiri e rituali cullati dal rumore delle onde e avvolti nell’intenso profumo rilassante del Bergamotto, da cui la spa prende il nome.

LASCIA UN COMMENTO