Con il termine ARTETERAPIA si intende un insieme di tecniche e metodologie che impiegano le attività artistiche visuali con finalità terapeutiche.

Con l’Arteterapia si va alla ricerca del benessere psicofisico attraverso l’espressione artistica dei pensieri, vissuti ed emozioni. Essa aiuta ad elaborare creativamente tutte quelle sensazioni che non si riescono a far emergere con le parole e nei contesti quotidiani. Per mezzo dell’azione creativa l’immagine interna sfoga in immagine esterna, visibile e condivisibile e comunica all’altro il proprio mondo interiore emotivo e cognitivo.

Sin dalla preistoria c’è sempre stato nell’uomo il bisogno manifestare il proprio mondo interiore. L’individuo civilizzato, utilizza il linguaggio, il ragionamento astratto, ed esprime sé stesso attraverso i concetti, le parole, i ragionamenti. Colui che invece non usa il linguaggio verbale, con difficoltà a relazionarsi, può esprimere sé stesso solo attraverso il movimento, i suoni, il colore, le forme, i disegni. Ecco perché è il mezzo di comunicazione maggiormente utilizzato dagli psicotici. Anzi, diciamo che l’Arteterapia e la Musicoterapia sono state scoperte grazie a loro.

L’arte permette un’espressione diretta, immediata, spontanea, arcaica ed istintiva di noi stessi che non passa attraverso l’intelletto.

Attraverso l’arteterapia vengono stimolate la sfera emotiva, affettiva e relazionale del paziente, guidato dall’arteterapeuta nell’elaborazione del proprio vissuto, che si manifesta nelle creazioni artistiche. L’arteterapeuta deve saper tradurre e nel fare ciò deve avere una sensibilità capace di cogliere il significativo dell’arte espressa. I canoni di bellezza in questo contesto non esistono, ciò che importa sono la comprensione e la contemplazione di ciò che il paziente intende comunicare con la propria opera.

Il processo creativo e l’uso dei materiali artistici favoriscono lo sviluppo di uno stato di benessere, una maggiore consapevolezza di sé e la capacità di fronteggiare situazioni di stress ed esperienze traumatiche.

L’arteterapia promuove momenti di crescita e maturazione, migliora le capacità cognitive e relazionali ed è utilizzata sia in ambito clinico che socio-educativo.

L’arteterapia ci consente di credere ed essere fiduciosi nelle capacità che tutti quanti noi possediamo e svolge la funzione non solo di trattamento di malattie ma anche di trasformazione, evoluzione e crescita dell’individuo.

L’Arteterapia può essere inserita nel programma riabilitativo dei casi di handicap gravi e disturbi psichiatrici come schizofrenia e autismo, ma può essere utilizzata anche con bambini, anziani, adolescenti e adulti senza vere e proprie patologie psichiche.

Durante una crisi coniugale, un cambiamento di lavoro, nei casi di leggera depressione o a seguito del pensionamento, può essere utile esprimere la propria creatività e liberare le proprie tensioni attraverso un percorso in un laboratorio artistico.

LASCIA UN COMMENTO