Si spreme, si grattugia, si mangia e da oggi si usa anche nei centri benessere per massaggi tonificanti. Il Limone, alleato indispensabile dei raffreddori stagionali, scopre nuove applicazioni per dispensare una volta di più le sue tante proprietà. Da tempi immemorabili la patria del limone è una: la Costiera Amalfitana. Caratterizzato dall’intenso aroma, dalla buccia di colore chiaro e dalla polpa succosa, l’agrume amalfitano, l’oro giallo della costiera, contiene un’alta percentuale di vitamina C, addirittura in misura doppia rispetto all’arancia, utile non solo per il rinforzo delle nostre difese, ma prezioso anche sulla pelle. Cresciuto sotto il caldo sole della “costiera”, il limone, anzi il famoso “Sfusato Amalfitano”, viene utilizzato per liquori (Limoncello) e ricette tradizionali, ma non solo. Infatti, nelle migliori spa della  costa amalfitana,  dove si utilizzano le risorse naturali per il benessere globale, il limone viene utilizzato, tanto in cucina come nel centri benessere, appena colto o sottoforma di olio essenziale. Olio d’oliva e Sfusato Amalfitano sono gli elementi impiegati in trattamenti particolari. Massaggiato sulla pelle, il limone, sprigiona proprietà depurative, cicatrizzanti, elasticizzati e astringenti.

L’olio extravergine, già definito da Omero, “Oro liquido”, ha proprietà emollienti e ammorbidenti. L’unione di questi due prodotti naturali, insieme all’abilità di mani esperte, è alla base di questo massaggio innovativo. Obiettivo del trattamento è di amplificare le nostre percezioni sensoriali per accrescere la connessione col corpo e con il “se” interiore. L’olio e il limone insieme sulla pelle hanno qualità leviganti, tonificanti ed idratanti. L’aroma intenso dello “sfusato amalfitano” risveglia le emozioni e dà una nuova carica vitale grazie ad un’azione corroborante, mentre il massaggio sul plesso solare stimola la funzione epatica e i processi digestivi. Sui Chakra l’olio e il limone possono smuovere alcuni blocchi energetici. Il massaggio della durata di circa 60 minuti, viene eseguito con “una danza delle mani” su ogni parte del corpo insistendo in punti come spalle e nuca dove l’energia tende a bloccarsi creando spiacevoli tensioni muscolari. Lo “Sfusato amalfitano” grazie alle sue vitamine ridona alla pelle splendore e levigatezza agendo anche come antiradicale ed antiossidante, e l’olio di oliva nutre la pelle rendendola splendente e morbida al tatto. Il  trattamentosi può definire bisensoriale (agisce su tatto e olfatto): la crema a base d’olio di oliva, con l’aggiunta di succo di limone agisce sia a livello estetico, sia come tonificante in grado di risvegliare i sensi e dare una nuova carica psicoemozionale

LASCIA UN COMMENTO