ACTIVE & WELLNESS IN VAL GARDENA

l’esperta guida di montagna Manuel Runggaldier osserva gli escursionisti che procedono lungo il sentiero Federico Augusto ai piedi del gruppo del Sassolungo

di Fabrizia Postiglione

Non c’è nulla di più piacevole che godersi le coccole in una spa dopo una giornata “active” all’aria aperta, quando i muscoli, affaticati per l’attività sportiva, trovano il meritato relax con una sauna e un bel massaggio o con un tuffo nella Jacuzzi e nella piscina riscaldata.

La Val Gardena offre tantissime possibilità di escursioni giornaliere (o di più giorni) e molti alberghi aderenti al al programma “Val Gardena Active” offrono sconti per escursioni condotte da esperte guide di montagna.

Spettacolare il Giro del Sassolungo, un trek di circa 17 km adatto a tutti, perché non presenta difficoltà tecniche. Il gruppo del Sassolungo, formatosi 230 millioni di anni fa, è situato nelle Dolomiti occidentali, tra la Val Gardena, la Val di Fassa, il gruppo del Sella ed il Catinaccio. Di forma quasi circolare, il massiccio montuoso si apre solo verso nordovest e comprende (in senso orario): il Sassolungo (3.181 m, la vetta più elevata), lo Spallone del Sassolungo, la Punta delle Cinque Dita, il Sasso Levante , la Torre Innerkofler, il Dente e il Sasso Piatto. Si cammina per 6-8 ore, a seconda delle soste e del passo che si tiene, fra scenari spettacolari, alpeggi, incontrando spesso cavalli e mucche al pascolo. Lungo l’itinerario s’incontrano parecchi rifugi dove sostare per bere un succo di sambuco o mirtillo,  fare un pranzo o una merenda. Tra questi, imperdibile il Comici, ai piedi del Sassolungo (www.rifugiocomici.com) un vero rifugio gourmet specializzato in piatti di pesce, che arriva ogni giorno, freschissimo, da Grado.

ITALY. South Tyrol. Val Gardena Valley. Vallunga Hike.
ITALY. South Tyrol. Val Gardena Valley. Vallunga Hike.

Tra le località naturali più suggestive della Val Gardena, da visitare con una facile passeggiata di 2-3 ore da Selva, spicca la Vallunga, che si incunea come un canyon verso le cime del Parco Naturale Puez-Odle. All’inizio del sentiero, sotto i bastioni dello Stevìa, sorgono i ruderi del Castello Wolkenstein. Costuito nel XII secolo in un crepaccio, era un maniero primitivo, ma nella sua storia tormentata ha ospitato anche famiglie importanti.

ITALY. SOUTH TYROL. Gardena Valley. The Gardena pass. At the starting point of trail N° 666 leading to the Sella Group. Gardenaronda Trek Day 1.
ITALY. SOUTH TYROL. Gardena Valley. The Gardena pass. At the starting point of trail N° 666 leading to the Sella Group. Gardenaronda Trek Day 1.

La Curona de Gherdëina (Corona della Val Gardena) è invece uno spettacolare trekking di più giorni, lungo 60 chilometri. Può essere percorso anche solo per singole tappe giornaliere e permette di camminare sui più bei gruppi dolomitici che “incoronano” la Val Gardena. Si parte dal Parco Nazionale Puez-Odle a nord est, e si prosegue fino all’altopiano del Sella e al Gruppo del Sassolungo, a sud. Si tratta di un’esperienza unica e indimenticabile sia per gli appassionati di escursionismo, sia per chi semplicemente ama la natura e le emozioni che riserva.

L’ufficio turistico della Val Gardena propone un pacchetto speciale per questo “trekking tour” dal 15/09 al 18/09/2016; il costo per persona è di 490 € (più 22,70 euro per la salita con la funicolare del Resciesa e la discesa con la cabinovia “Mont Sëuc”) e include tre pernottamenti in baite in mezza pensione e 4 giorni di accompagnamento da parte delle Guide Alpine della Val Gardena. Curona de Gherdëina è proposto anche nella versione “Deluxe”: 5 giorni e 4 notti (anziché 4 giorni e 3 notti) e gli alloggi per il pernottamento e la colazione sono costituiti da confortevoli alberghi di montagna, invece, delle tipiche baite d’alta quota. Inoltre, la variante  Deluxe ha un approccio più confortevole anche per il percorso affrontato: con un giorno in

più le tappe giornaliere sono più corte, sebbene di poco, con più tempo a disposizione, di conseguenza, per il riposo negli eccellenti alberghi, dotati di area wellness. La versione “Deluxe” ha un costo di 620 euro a persona (più i 22,70 euro per gli impianti di risalita). Per questo fantastico trek è possibile partire dalle stazioni a monte di tutte le località gardenesi: funicolare Resciesa per Ortisei, cabinovia Col Raiser per Santa Cristina e cabinovia Dantercëpies/Passo Gardena per Selva Gardena.

 

PER INFO E PRENOTAZIONI:

http://www.valgardena.it/it/escursioni-mountainbike/escursioni/itinerari-

escursionistici/curona-de-gherdeina/

UFFICIO DEL TURISMO

Val Gardena Marketing, tel. 0471 777 777, www.valgardena.it.

INFO VAL GARDENA ACTIVE: www.valgardena-active.com

Recapiti degli uffici Active in ogni comune

Selva: tel. 0471 777 999, S.Cristina: tel. 0471 777 800, Ortisei: tel. 0471 777 600

 

 

LECCORNIE ALPINE “CREATIVE”

Italy. South Tyrol. Val Gardena Valley. Selva Gardena. Nives Boutique Hotel & Spa. The Nives Gourmet Restaurant: "Explosive" Raviolini stuffed with Carbonara, crispy speck, pecorino cheese (Raviolini "esplosivi" alla carbonara, speck croccante, pecorino stagionato.

La giornata al Nives inizia molto bene: quando si scende per fare colazione, si viene accolti da un grande buffet di leccornie, tutte preparate con grande cura: dai vari tipi di pane tirolese ai dolci tipici fatti in casa, dalle marmellate di frutti di bosco allo yogurt di malga, dai centrifugati di frutta e verdure ai “bicchierini” con una specie di pinzimonio di sedano e carote. E poi muesli, formaggi, speck, affettati tipici, uova cucinate in vari modi e crêpe. Il ristorante dei clienti in mezza pensione ha un livello altissimo e propone piatti fantasiosi radicati nella tradizione ladina.

Italy. South Tyrol. Val Gardena Valley. Selva Gardena. Nives Boutique Hotel & Spa. The Nives Gourmet Restaurant: Deer Carpaccio, mixed mushrooms, rice and truffle wafer, sour cream with speck (Carpaccio di Cervo, Funghi Misti, Cialda di risk e tartufo, panna acid allo speck).
Italy. South Tyrol. Val Gardena Valley. Selva Gardena. Nives Boutique Hotel & Spa. The Nives Gourmet Restaurant: Deer Carpaccio, mixed mushrooms, rice and truffle wafer, sour cream with speck (Carpaccio di Cervo, Funghi Misti, Cialda di risk e tartufo, panna acid allo speck).

Da provare almeno per una cena il ristorante gastronomico, aperto pure ai clienti esterni. Sfoggia un design mountain chic contemporaneo, caratterizzato da line sobrie e tanto legno. La raffinata cucina rivisita creativamente la tradizione locale. Tra i piatti più interessanti che abbiamo provato: la delicatissima Crema di patate Viola e Carote, pane duro di segale, mousse di caprino, gel d’erba cipollina; il succulento Carpaccio di Cervo, Funghi Misti, Cialda di risk e tartufo, panna acida allo speck; il Filetto di Vitello Glassato alla Birra, porcino di patate e timo, quenelle di zucca, salsa alla liquirizia. Insolito, ma ottimo, il dessert di Frutti di Bosco, Gelato al Fieno, Spugna al lampone.

Italy. South Tyrol. Val Gardena Valley. Selva Gardena. Nives Boutique Hotel & Spa. The Nives Gourmet Restaurant: Chocolate Cake, Passion Fruit, Hazelnut Ice Cream (Tortino Morbido di Cioccolato al 65%, Frutto della Passione, Gelato alla nocciola).
Italy. South Tyrol. Val Gardena Valley. Selva Gardena. Nives Boutique Hotel & Spa. The Nives Gourmet Restaurant: Chocolate Cake, Passion Fruit, Hazelnut Ice Cream (Tortino Morbido di Cioccolato al 65%, Frutto della Passione, Gelato alla nocciola).

Per chi ama I “classici” consigliamo il sontuoso Tortino Morbido di Cioccolato, Frutto della Passione, Gelato alla nocciola. Per occasioni speciali si può prenotare anche il romanticissimo tavolo in cantina, circondato da scaffali di pregiate bottiglie.

Al Wine Bar Nives, guidati dal patron Alex Linder, esperto sommelier, si degustano alcune delle trecento etichette di eccellenti vini altoatesini e internazionali.

Info: Boutique Hotel Nives, Selva di Val Gardena, Via Nives 4, tel. 0471 773329; www.hotel-nives.com

Nives Boutique hotel & Spa

Italy. South Tyrol. Val Gardena Valley. Selva Gardena. Nives Boutique Hotel & Spa. The indoor pool.

Testo e foto di Fabrizia Postiglione

 Centralissimo, il Nives si affaccia sulla piazza principale di Selva ed è un boutique hotel sobrio ed elegante, perfetto per le coppie e i buongustai.

Italy. South Tyrol. Val Gardena Valley. Selva Gardena. Nives Boutique Hotel & Spa.The relax room.
Italy. South Tyrol. Val Gardena Valley. Selva Gardena. Nives Boutique Hotel & Spa.The relax room.

La bellissima spa, in stile alpino contemporaneo, è piccola, ma davvero chic. Una vera “bomboniera” che offre tutto: un’ampia piscina riscaldata interna, circondata da fotografie in bianco e nero delle Dolomiti, il Meditarium (una sauna “dolce”) con cromoterapia, la Sauna Finlandese in legno, la fontana d’acqua ghiacciata, il Bagno Turco, le docce aromatiche, la sala relax con letti ad acqua, una suite per massaggi e trattamenti beauty.

Italy. South Tyrol. Val Gardena Valley. Selva Gardena. Nives Boutique Hotel & Spa. A dried fruit and nuts mix to enjoy as a snack while at the Spa.
Italy. South Tyrol. Val Gardena Valley. Selva Gardena. Nives Boutique Hotel & Spa. A dried fruit and nuts mix to enjoy as a snack while at the Spa.

Anche qui grande attenzione ai peccati di gola: da una mensola possiamo piluccare frutta secca, nocciole, mandorle, noci, mele croccanti da sgranocchiare mentre ci rilassiamo a bordo piscina, sorseggiando acqua aromatizzata all’arancia, al limone o alla menta.

Nel nutrito menù di trattamenti, non perdete il signature ritual coi Cristalli di Rocca e le Hot Stone (le pietre calde di origine vulcanica), posizionati in punti “strategici” e poi strofinati e massaggiati sul corpo dalla bravissima terapista con l’aiuto di oli essenziali. Il trattamento dura quasi due ore ed è un vero “viaggio” nel Nirvana del wellbeing.

Italy. South Tyrol. Val Gardena Valley. Selva Gardena. Nives Boutique Hotel & Spa. The Finnish Sauna.
Italy. South Tyrol. Val Gardena Valley. Selva Gardena. Nives Boutique Hotel & Spa. The Finnish Sauna.

Ai supersportivi si consiglia il Massaggio Alpine-Health con un’emulsione di arnica montana e iperico, che rigenera e rivitalizza corpo e spirito, regalando nuova vitalità ad articolazioni e muscoli stanchi. Ideale dopo lo sport.

Se avete portato lo zaino in spalla tutto il giorno durante l’escursione in montanga, il Massaggio vitale schiena è un vero toccasana. È  un trattamento rilassante e decontratturante, eseguito secondo tecniche antiche di tradizione dolomitica, come la coppettazione e l’utilizzo di panni caldi.
Sulle cime della Val Gardena cresce l’Orchidea Alpina, che contiene notevoli principi attivi per rigenerare e rivitalizzare la pelle.  La spa del Nives offre in menu vari trattamenti eseguiti con i prodotti naturali a base di questa pianta. Da provare assolutamente il peeling per il corpo, seguito dal bagno e dal massaggio parziale con questa crema dalle rinomate proprietà anti-age.

RELAX IN QUOTA

Italy. South Tyrol. Val Gardena Valley. Selva Gardena. Portillo Hotel & Spa. The relax room.

Le vette che tutto il mondo ci invidia fanno da sfondo a questo hotel di charme all’imbocco di Selva nel cuore della Val Gardena.

L’ Hotel PortilloDolomites  nel nome porta una data 1966. Si tratta dell’anno in cui il suo fondatore, Carlo Senoner, vinse i campionati mondiali di Sci in Cile proprio nella stazione sciistica di Portillo. Un hotel per celebrare una vittoria importante.reception portillo

 

Gli ambienti ampi e luminosi conservano il calore e il fascino di una patinata accoglienza grazie all’utilizzo di materiali naturali come il legno di abete di Val Pusteria, il granito, le pietre locali e gli oggetti artigianali ma di gusto contemporaneo. II tutto per un mix che nella sua contemporaneità non perde il fascino alpino. Ampie vetrate e caminetto sono le principali caratteristiche non solo del lounge ma anche delle ampie camere: accoglienti, avvolgenti e comode.camera suite Portillo

Il benessere prima di arrivare alla grande spa si vive già nelle stanze. Suite e junior suite cosi come le camere puntano al relax “organizzato”. Ovvero ampi spazi, balconi vivibili in legno, materassi soffici e per le suites caminetti con fiamma a vapore, letto king size, cabina armadio e tessuti pregiati.piscina

 

Il tempio del benessere è riservato alla Spa. Uno spazio ampio e luminoso grazie alle grandi vetrate prospicienti il giardino è quello della grande piscina interna con cabine riservate ai trattamenti sul fondo e un’area con sauna e bagno di vapore e cascata di ghiaccio a lato.

In questa zona, prima di entrare nelle saune ci sono dei piccoli coni di feltro colorati appoggiati su colonnine di legno si tratta di curiosi cappellini tradizionali di feltro servono per coprire la testa quando si è in sauna. Questo permette di sopportare meglio il calore secco della sauna. Infatti in assenza di cappellini appositi in sauna sempre meglio usare un asciugamano avvolto sul capo….così potrete stare di più e con meno disagio…..ricordate gente ricordate…

Italy. South Tyrol. Val Gardena Valley. Selva Gardena. Portillo Hotel & Spa.
Italy. South Tyrol. Val Gardena Valley. Selva Gardena. Portillo Hotel & Spa.
Italy. South Tyrol. Val Gardena Valley. Selva Gardena. Portillo 1966 Hotel & Spa. Arolla pine scented Water (Acqua al Cirmolo).
Italy. South Tyrol. Val Gardena Valley. Selva Gardena. Portillo 1966 Hotel & Spa. Arolla pine scented Water (Acqua al Cirmolo).

Le sale relax dominano il paesaggio grazie alle vetrate che le illuminano in maniera naturale.

L’acqua aromatizzata al legno di Cirmolo ha proprietà rilassanti infatti il legno di cirmolo in questa vallata è sovente usato negli arredi delle camere da letto e nella costruzione dei letti per favorire il sonno e il riposo.

 

Italy. South Tyrol. Val Gardena Valley. Selva Gardena. Portillo 1966 Hotel & Spa. The Finnish Sauna in the sleek and contemporary Belisana Spa.

Italy. South Tyrol. Val Gardena Valley. Selva Gardena. Portillo 1966 Hotel & Spa. The Finnish Sauna in the sleek and contemporary Belisana Spa.

Scendendo di un piano si trova uno spazio più intimo riservato ai soli adulti. Ci troviamo nell’Alpin Spa: il gusto neoclassico degli ambienti cede il passo a uno stile più marcatamente alpino (come dice il nome). Abete bianco della Val Pusteria, decori tirolesi diventano un omaggio alla tradizione locale sia per il percorso Kneipp in tronchi scavati con pietre di fiume, sia per le saune e il bagno turco. Questa zona è riservata agli ospiti maggiore di 16 anni e alle saune e bagni di vapore si accede senza costume… in modo più tradizionale e anche più sano. Infatti la licra dei costumi col calore delle saune e il caldo umido del bagno turco crea una situazione favorevole alla proliferazione dei batteri…..meglio nudi quindi, con solo un asciugamano alla maniera degli antichi romani.   C.G.

info: Hotel Portillo Dolomites****S 

Via Meisule 65, Selva, tel. 0471 795205, http://www.portillo-dolomites.it.

I principi dell’omeopatia in una nuova linea di cosmetici protettivi e biologici

In omeopatia la pelle è considerata tra i più importanti organi che si occupano della purificazione dell’organismo. Secondo la legge di Hering in un corpo malato guariscono prima gli organi più interni e poi quelli più esterni ed è quindi essenziale che la pelle possa liberarsi facilmente dalle scorie.

La linea di prodotti Inlight Ce.m.o.n. nasce proprio con questo obiettivo: garantire il piacere di una cosmesi protettiva e depurativa capace di interagire con la pelle e potenziarne i sistemi difensivi ed eliminativi.

Consapevole dei danni causati dai prodotti cosmetici classici, il centro di ricerca Ce.m.o.n si è impegnato a creare una linea cosmetica interamente biologica. È nata così Inlight: una linea di prodotti realizzata esclusivamente con erbe ed oli essenziali d’origine vegetale e che s’integra per similitudine con le componenti lipidiche dell’epidermide.

I prodotti Inlight, contenendo costituenti fisiologici, stimolano la pelle a ritrovare l’equilibrio idrolipidico e le consentono di eliminare progressivamente scorie e tossine. Escludono inoltre l’uso di conservanti, coloranti e profumi di sintesi, di alcol e di organismi geneticamente modificati.

OLI VEGETALI SPREMUTI A FREDDO PER IL SIERO CONTORNO OCCHI

95eieseIl cuore segreto del SUPREME EYE SERUM, come di tutti i prodotti Inlight, e il Bio-lipophilic matrix – culmine di anni di ricerca del Dr. Mariano Spiezia ” ho utilizzato un’unica e sofisticata miscela di pregiati oleoliti vegetali biologici, selezionati per la loro alta e particolare affinità biochimica con la pelle, ottenuti dalla spremitura a freddo delle piante  selezionate dopo la macerazione in purissimi oli”.
Ogni olio è energizzato prima della produzione, attraverso speciali tecniche che uniscono antiche tradizioni con principi della scienza moderna. Tale miscela, quindi, riceve uno speciale imprinting energetico e un “condizionamento positivo” insieme ad un’alta “carica vibrazionale” per aiutare a risintonizzare la pelle sugli archetipi dell’armonia, della salute, della bellezza.
Il siero risulta impalpabile al tatto e dona un effetto setificato al contorno occhi. Dopo poche applicazioni la pelle risulta più distesa e luminosa, le palpebre come rimpolpate sembrano più lisce e toniche, mentre tutto il contorno occhi ha un aspetto più giovane e le piccole rughe risultano più distese.
Inlight SUPREME EYE SERUM stimola il naturale processo di riparazione e ringiovanimento dell’epitelio, fornendo ad esso i principali nutrienti bioattivi. La sua composizione e le informazioni energetiche in esso contenute forniscono alla pelle tutto il necessario per contribuire a rallentare ed invertire il processo di invecchiamento, in modo naturale.
Inlight SUPREME EYE SERUM contiene il raffinato e raro olio di ciliege selvatiche, l’esotico olio di argan che, insieme all’olio di rosa rubiginosa ed enotera, esplicano una straordinaria azione antiossidante  e ristrutturante sulla pelle per la loro ricchezza di Vitamina E naturale, di caroteni, squalene, acidi grassi essenziali omega 3 e 6.

Ad essi, potenziandone gli effetti antiossidanti e rivitalizzanti, sono stati aggiunti estratti        d’alga spirulina e germogli d’orzo ricchissimi di clorofilla. Infine gli estratti di centella asiatica, calendula ed equiseto completano l’opera ristrutturante e stimolano la rigenerazione cellulare.

 TRATTAMENTO ANTIRUGHE RINGIOVANENTE PER NUTRIRE E IDRATARE
Inlight Line Softener Intensive 30ml LRLine Softener Aerial LR
L’aspetto compatto e solido ricorda una cera. Non a caso nella confezione c’è anche una pratica spatolina di legno utile per prelevare solo la quantità necessaria di prodotto da spalmare sul viso. E’ la nuova preziosa “INTENSIVE Formula”, ancora più efficace. I profumi avvolgenti degli oli di ciliegia selvatica, di macadamia, di carota (betacarotene) si compenetrano all’olio di base di argan, diventando un serbatoio prezioso di vitamine A ed E, dall’inestimabile potere antiossidante ed anti-aging, rigenerando e nutrendo in profondità l’epidermide. La centella, la calendula e la piantaggine, invece stimolano l’elasticità dei tessuti, mentre l’equiseto e l’ortica restaurano l’equilibrio minerale e purificano. L’aspetto compatto si scioglie al contatto favorendo il nutrimento degli olii che penetrando subito in profondità evitano qualsiasi fastidiosa sensazione di unto sulla pelle. Da subito si percepisce una maggiore compattezza dei tessuti, la pelle si distende e progressivamente le rughe si attenuano. 
I suoi ingredienti proteggono il viso in maniera naturale dai segni prematuri del tempo.
L’uso prolungato favorisce la scomparsa di cicatrici cutanee e macchie solari. In estate la speciale formula diventa un alleato indispensabile dopo l’esposizione ai raggi solari. Gli ingredienti, accuratamente selezionati, non sono fotosensibili, non provocano quindi pigmentazioni indesiderate o reazioni avverse alla luce del giorno.
Usato regolarmente, Line Softener INTENSIVE Formula, mantiene la pelle ben nutrita,
giovane, luminosa ed idratata.
LIGHT RESTORATIVE BODY BUTTER TRATTAMENTO ANTISMAGLIATURE
Inlight Body Butter 60ml LRRestorative Body Butter Aerial LRBurro per il corpo altamente nutriente e ottimo nel trattamento e nella prevenzione
delle smagliature. Ideale durante la gravidanza.
Indispensabile prima e dopo gli interventi chirurgici, per le sue proprietà elasticizzanti
e cicatrizzanti.
In questo prodotto c’è tutta la ricchezza degli oli di cocco e di oliva, che idratano e nutrono, degli oli di sesamo e jojoba, nutrienti ed antiossidanti, dell’olio di rosa canina, cicatrizzante e rigenerante, della centella asiatica, elasticizzante e ricostituente e dell’equiseto e dell’ortica, remineralizzanti e purificanti.
BODY CARE INLIGHT FIRM & TONE OIL OLIO RASSODANTE E SNELLENTE
Inlight Firm & Tone Oil 100ml LRQuesta potente combinazione di oli ed erbe è stata selezionata per tonificare intensamente la pelle di tutto il corpo e per risolvere gli inestetismi della cellulite e della ritenzione idrica.
Il risultato è una pelle più sana, più tonificata e più elastica. In questo prodotto c’è tutta la ricchezza dell’olio di nocciola, intensamente astringente e nutriente, dell’olio di jojoba, che promuove l’elasticità, dell’olio di enotera, antiossidante e rigenerante, dello zenzero, rivitalizzante e stimolante, della bardana, purificante e drenante e del tè verde e del limone, astringenti e antiossidanti.
Tutti gli ingredienti contenuti nei prodotti Inlight sono stati accuratamente selezionati e non sono fotosensibili. Questo significa che, se la pelle è esposta al sole, essi non provocano macchie o reazioni avverse e la proteggono leggermente. L’uso regolare aiuterà la pelle a mantenersi ben nutrita ed idratata anche e soprattutto dopo l’esposizione al sole.

Il nuovo hotel dedicato al Sale e ai suoi simboli – “mindfulness hotel” Slovenija 5*

A Portorose, in Slovenia è stato inaugurato il ristrutturato “Mindfulness Hotel” Slovenija 5* del gruppo LifeClass Hotels & Spa.

Room1.jpgCon una ristrutturazione rdicale e completa il LifeClass ha deciso di “ripensare” questa struttura ricettiva – che passa da  4 a 5 stelle – seguendo quello che è uno degli ultimi trend dell’hôtellerie : ovvero cercare una forte caratterizzazione tematica , un “concept” identificativo per ogni hotel.  Così se l’intero resort viene connotato nella sua mission di  “Mediterranean Anti-aeging Resort” seguendo lo slogan “il mondo dei sani piaceri”, ogni suo hotel ha una sua chiave concettuale e una filosofia di base che si riflette negli spazi.

Reception1.jpgL’esperienza  al  Mindfulness Hotel Slovenija 5*

Un tuffo nei colori del paesaggio: dal verde delle colline istriane, al blu del Mediterraneo fino al bianco cangiante dei cristalli di sale delle coltivazioni locali. Un concept unico che si radica in 800 anni di tradizioni  proponendo un equilibrio di forme e simboli legati alla coltivazione della mente e del sale (Mind and Salt Cultivation).

Room2.jpgDestinazione: Equilibrio perfetto. Mindfulness. L’Hotel Slovenja si è rifatto il look sia nelle parti interne completamente rivoluzionate sia la facciata rinnovata per allinearsi armonicamente al nuovo concept dell’hotel. Il tema architettonico è la “coltivazione della mente” e nella sua accezione simbolica nella “cultura del sale”.

Le 144 camere seguono il bianco lucente dei cristalli di sale, il blu delle onde marine e si abbinano al calore del legno e la freschezza della pietra istriana. Il tutto alla ricerca di un equilibrio e di  una “pienezza” la stessa riscontrabile nell’essenzialità della perfezione di un granello di sale.

htl.Slovenija-camera6.jpg“Mind cultivation” racconta una storia lunga 800 anni, periodo in cui Portorose emergeva per le menti illuminate dei monaci benedettini e per le culture delle vicine saline di Sicciole (oggi parco naturale).

“La consapevolezza” (“Mindfulness”) si ritrova anche nell’offerta dei due ristoranti : “Tree Top”, un à la carte caratterizzato da particolari menu’ basati sul “Brain Food” e “Istrian Tapas”, un locale più informale, nel quale vengono reinterpretate in chiave istriana le Tapas latine, ovvero piccoli assaggi colorati.

Restaurant_TreeTop_1.jpg Istrian_Tapas.jpgIl 5 stelle che si affaccia sul mare è ora direttamente collegato alle nuove piscine con acqua di Mare Primordiale e con il Terme & Wellness LifeClass per offrire il massimo del comfort ai suoi ospiti che possono trasferirsi dalle spa all’hotel comodamente in accappatoio.

Ecco una bella panoramica del Benessere targato LifeClass….

Per i professionisti, rinnovato con attrezzature di ultima generazione anche il Centro Congressi Portus adiacente all’hotel.

Il “Socializing” Hotel Mirna ****

Filosofia diversa ma altrettanto caratterizzante per il ristrutturato Hotel Mirna **** che ha adattato i suoi spazi comuni per agevolare l’incontro, il gioco di società o semplicemente gli incontri dei suoi ospiti. Nasce così l’hotel per “socializzare” già perché nell’era in cui tutti sono “social” per assurdo sembra che i momenti per stare insieme e per condividere spazi non virtuali siano sempre di meno. Inaugurato a Pasqua, il Mirna, oltre al sole, al mare, alla piscina adiacente l’albergo, alla sana cucina mediterranea e al collegamento interno con il centro wellness e termale di 10.000 m2, offre nella sua nuova veste 101 nuovi modi di socializzare che – sorprendentemente – non richiedono l’utilizzo di smartphone o tablet ma puntano al contatto reale, alla riscoperta del piacere di stare insieme e divertirsi in famiglia e con gli amici: i giochi di società.

Mirna_03E’ la scelta ideale pensata per le famiglie  anche con bimbi piccoli.
La grande e moderna lobby dell’hotel è stata infatti progettata proprio per passare del tempo e giocare in compagnia. Dai giochi da tavolo più tradizionali e conosciuti come scacchi, dama, Risiko e Monopoly ad altri completamente nuovi, dai giochi per famiglie a quelli più intellettualmente stimolanti: chiunque al Mirna può trovare mille modi diversi per trascorrere del tempo di qualità con le persone alle quali tiene di più.

Mirna_03
Naturalmente il rinnovato Hotel Mirna non offre solo giochi ed attività ricreative, ma anche specialità gastronomiche locali  a km zero a cura dello Chef Giulio e una deliziosa birra artigianale istriana.

Mirna_04Good food. Good people. Good times. Il nuovo slogan dell’Hotel Mirna racchiude perfettamente in sé  la filosofia dell’hotel e del gruppo LifeClass Hotels & Spa: nutrire in modo sano il corpo, la mente e il cuore. Qui anche gli amici a quattro zampe sono bene venuti!!! Prezzi a camera (doppia) a partire da 90€.

Mirna_01Il “Mediterranean Anti-aeging Resort” – Terme &Wellness Lifeclass vanta l’offerta termale, curativa e wellness più completa d’Europa. I centri − Shakti – centro Ayurveda, centro Wai Thai, centro Thalasso, centro Ricreativo-termale, centro Fitness, centro estetico, Sauna Park e Mediterranean Anti-Ageing Clinic, si estendono su una superficie di oltre 10.000 m2.
E le novità al LifeClass non sono finite qui: in autunno ci sarà anche la ristrutturazione del complesso di piscine con l’acqua di mare riscaldata, ubicato fra gli hotel Slovenija e Riviera, a cura dell’architetto italiano Maurizio Favetta dello studio KingSize Architects, dando così alla luce ancora prima della fine dell’anno, un nuovo centro termale invernale.

Terme Olimia

Il viaggio di per sé è una festa per gli occhi. Chilometro dopo chilometro la strada si insinua in un paesaggio che via via si fa più verde, anzi di tanti verdi.

Dal verde intenso degli alberi a quello brillante e chiaro delle distese fra campi e boschi intatti, appena sfiorati da una civiltà che sembra aver lasciato lontano il suo ricordo con bianchi campanili e piccole case vicino a vecchi fienili.. tutto come se fosse “da sempre”. Non siamo in un paesaggio bucolico o fiabesco ma in Slovenia e più nel dettaglio sull’autostrada che taglia in due il paese e dal confine italiano, passando per il carso raggiunge i confini con la Croazia.

27075559Se state vivendo questa esperienza con molta probabilità e perché vi state recando in una delle tante e rinomate stazioni termali di questa zona slovena. In particolare oggi mi sto dirigendo a Olimje, a poche centinaia di metri dal confine con la Croazia.

Celebre per il suo monastero e per l’antica farmacia, si comprende da subito di come il territorio qui, sia il punto di forza di questa meta del benessere da vivere a 360 gradi. Tutta l’area ospita un grande complesso alberghiero e termale e  si presenta subito agli occhi come una promessa di divertimento e relax. Le grandi piscine con tanti giochi d’acqua, le sistemazioni di diverso tipo e categoria per venire incontro alle esigenze di tutti gli ospiti e soprattutto i centri benessere nei quali si possono fare massaggi di tutti i tipi, trattamenti all’avanguardia per il viso e per il corpo… mi sembra un paradiso che non aspetta altro che di essere scoperto.

26933262L’Hotel Sotelia sembra insinuarsi nella terra tanto il suo profilo, ad impatto ambienta zero, si armonizza con la collina circostande creando un gioco di rimandi fra il dentro e il fuori il sotto e il sopra. Il Centro Wellness Orhidelia è l’ultimo nato in termini di benessere e in sintonia con il tutto armonizza spazi dedicati alle piscine interne ed esterne con ampie aree dedicate a saune e bagno turchi per ogni gusto ma sempre con una cura e un’attenzione per il dettaglio nel creare un ambiente seppur grande molto accogliente che in qualche modo riesce a conservare quell’aspetto “cocoon” di cui tanto abbiamo bisogno.

26933309Due sono i poli di benessere uno dedicato all’hotel Sotelia – il Wellness Orhidelia, l’altro con un approccio più di medical wellness fa capo all’ hotel Breza con cui si relaziona il centro Termalija, oasi di piscine con spiccata vocazione più famigliare. La particolarità è che ci si può aggirare comodamente in accappatoio da un’area all’altra attraverso uno snodo di corridoi sotterranei con la comodità di varcare aree e zone solo con l’uso di braccialetti su cui si può ricaricare ogni spesa extra che verrà poi saldata comodamente al momento del check out.

Se d’estate l’appeal è senza dubbio rivolto ad un pubblico di famiglie e particolarmente ai bambini, grazie soprattutto al grande parco acquatico pensato esclusivamente per il loro divertimento, nelle altre stagioni è l’offerta congressuale la protagonista insieme ai pacchetti pensati solo per le coppie.

26933314Ma come dicevamo è il sistema territoriale la grande risorsa del complesso. Innumerevoli sono i percorsi per chi ama camminare o andare in bicicletta, e molteplici le attività all’aria aperta, tra cui equitazione, golf, pesca, 6 campi da tennis, mountain bike, tiro con arco; discoteca e terrazze per ballo, non ci si può di sicuro annoiare.

Poco distante dal grande complesso termale c’è una fra le più antiche farmacie d’Europa, dove ancora oggi  frati minori  usano le erbe medicinali per assemblare preparati galenici secondo le antiche ricette del monastero.

A pochi passi c’è un luogo destinato ai golosi un fabbrica antica di cioccolata dove la tradizione è stata tramandata fino ad oggi da padre in figlio per la gioa dei palati più esigenti.

LE ACQUE TERMALI

L’acqua termale è senza alcun dubbio il fulcro dell’offerta benessere, la caratteristica unica e inimitabile di ogni stabilimento, visto che ogni fonte ha le proprie caratteristiche organolettiche e dunque svolge un diverso effetto benefico sull’organismo. Divertirsi a giocare e nuotare nelle piscine termali delle Terme Olimia è quindi già di per sé un trattamento che giova a tutti, bambini compresi. Questo perché l’acqua termale, grazie alla sua composizione, alla sua purezza, alla sua temperatura naturalmente elevata ed al suo contenuto particolarmente favorevole di elettroliti aiuta a depurare l’organismo e stimolare il rinnovamento dei tessuti. L’acqua termominerale di Olimia ricca di magnesio, calcio, idrogeno carbonato, sgorga dalla sorgente  a 500 metri di profondità  ad una temperatura tra i 30 e i 37 °C. E’ indicata per combattere le lesioni del sistema locomotorio, le malattie reumatiche, neurologiche e della pelle, (psoriasi-dermatiti).

26933318Come si raggiunge Autostrada Trieste Lubiana, proseguire sull’autostrada per Maribor, uscire a Dramlje, proseguire per Sentjur, Smarje pri Jelsa, poi a destra per Podcetrtek, Olimpia.

Ma piscina termale significa mettersi a mollo e aspettare pazienti che l’acqua faccia il suo lavoro? Assolutamente no! Come dimostra il parco acquatico delle Terme Olimia: nei suoi 3000mq di superficie trovano posto, oltre alle piscine classiche, anche le piscine con le onde, gli scivoli, tanti giochi, simpatici personaggi ed attrazioni per i bambini…insomma divertimento per tutta la famiglia!

Ogni dettaglio, dal cibo alla camera nella quale si alloggia, dalla piacevolezza degli ambenti dedicati ai trattamenti alla professionalità dei massaggiatori, contribuiscono in modo determinante all’efficacia dei programmi di benessere e a sentirsi davvero meglio una volta rientrati a casa.

I centri benessere annessi agli hotel delle Terme Olimia offrono una scelta molto ampia di trattamenti e massaggi per il viso e per il corpo di derivazione sia Occidentale che Orientale. Dall’Ayurveda ai massaggi Tailandesi, dal Soft Pack System – che utilizza un lettino ad acqua per ampliare il senso di rilassamento degli impacchi naturali – ai trattamenti viso con i prodotti Dr Grandel, ognuno può trovare la combinazione giusta per migliorare il proprio aspetto fisico mentre si gode un meritato break dallo stress quotidiano.

terme-olimiaLa Slovenia è una terra accogliente, che basa la propria identità su un passato fatto di semplicità e rispetto per la natura, ma questo non deve ingannare: il desiderio di essere all’avanguardia è forte, soprattutto per quanto riguarda l’offerta turistica, e gli ospiti italiani possono stare certi di trovare sempre, nei loro soggiorni in Slovenia, non solo qualcuno che parla la nostra lingua, ma soprattutto un servizio di prim’ordine e uno slancio verso il futuro che si concretizza in continui investimenti per migliorare le strutture di accoglienza ed ampliare i servizi. Un Paese che è dunque in continuo miglioramento, che crede nelle proprie potenzialità e che sfrutta al meglio le potenzialità delle proprie risorse naturali come le fonti termali, senza snaturare un paesaggio che sembra quasi sospeso nel tempo e che poco ha a che fare con la frenesia tutta metropolitana delle grandi città italiane.

In Treno a Versailles a Giugno e Luglio

C’è un ricco calendario di eventi quest’estate che vi aspetta alla Reggia di Versailles, tappa obbligata dell’itinerario vacanziero di milioni di turisti italiani in visita a Parigi.

Il portale viaggi Voyages-sncf.com vi propone di raggiungere la residenza reale dei Borbone in TGV, partendo da Milano, Torino, Vercelli, Novara con il treno ad alta velocità che da centro a centro collega l’Italia alla Francia in un rapido e comodo viaggio fino a Parigi, riservato a chi del viaggio non apprezza solo l’arrivo, ma il viaggio in sé.

Basterebbe solo la proposta della reggia e dei numerosi appuntamenti in programma per stuzzicare la fantasia dei più, ma le Ferrovie Francesi SNCF han voluto fare di più, questa volta a bordo della RER, la tipica metropolitana di superficie che da Parigi accompagna i visitatori a Versailles in soli 30 minuti: han portato la Reggia a bordo!

Cinque vetture in totale trasformate all’interno in piccoli musei d’arte con decorazioni e richiami agli spazi più belli e sontuosi del palazzo di Luigi XIV. Dalla stanza della regina al giardino, ogni vagone ne richiama un angolo, come l’omaggio alla splendida vista sul lago di Laton appena ristrutturato, o alla Galleria degli Specchi, il salone barocco più grande e sfarzoso del castello o la biblioteca reale.

Un modo decisamente originale pensato per offrire un artistico anticipo di quel che si offrirà al piacere degli occhi una volta arrivati presso uno dei Patrimoni Unesco presenti sul territorio francese.

Gli spunti per godere di tale spettacolo son molti nelle settimane a venire. Come la 6a edizione del Versailles festival, una rassegna comprensiva di grandi ed emozionanti spettacoli all’aria aperta rivolta a un pubblico di tutte le età.

Protagonista nei Giardini dell’Orangerie sarà nel mese di giugno Biancaneve, un balletto che porrà la leggendaria icona delle favole al centro di un universo coreografico nel contempo barocco sulla sontuosa musica di Gustav Mahler.

Il 25 giugno invece andrà in scena IL MIO PRIMO BALLO ALLA REGGIA DI VERSAILLES, in cui principi e principesse, si cimenteranno in balli in costume riservati ai giovani da 6 a 12 anni. Un’opportunità unica per i bambini di muoversi in un ambiente fantastico in occasione di un pomeriggio ricreativo e danzante in un luogo magico, ma soprattutto in costumi d’epoca.

I genitori, e gli adulti in genere, invece sono attesi al GRANDE BALLO IN MASCHERA DELLA REGGIA DI VERSAILLES, tra costumi barocchi, parrucche, champagne a atmosfera da club.

A luglio invece sarà la volta di LOUIS XIV, LE ROI DE FEU, spettacolo pirotecnico che mescola alternandoli fiamme, fuochi d’artificio, video e personaggi luminosi e portatori di fuoco.

Nel Boschetto della Sala da ballo invece il 5 luglio OMAGGIO A CHOPIN. Il celebre pianista cinese Lang Lang, ambasciatore della Reggia di Versailles propone un omaggio a Chopin nel boschetto della sala da ballo, magnifico luogo nel cuore dei giardini alla francese della Reggia di Versailles.

Dalla magnificenza di un luogo d’attrazione principe del patrimonio culturale transalpino all’espressione artistica portata sui treni in modo curiosamente insolito in un’iniziativa che sta già entusiasmando gli amanti dei viaggi, ma soprattutto delle belle novità. Quanti motivi quest’anno per andare a Versailles!

Viaggio nella terra di Yeats

William Butler Yeats chiamava Sligo “la terra del desiderio del cuore” e la sua bellezza, l’archeologia e il folklore permeano le sue prime opere poetiche.

Lungo tutto l’arco della sua giovinezza è tornato spesso in queste terre da Londra, durante le vacanze in compagnia dei nonni materni e dei cugini di Middleton dalle cui case a Ballysadare, Rosses Point e Sligo era libero di partire per girovagare nella zona e sognare.

Oggi quasi tutto ciò che l’ha ispirato è ancora lì e un viaggio di un giorno alla scoperta della terra di Yeats vi permetterà di scoprire con quanta forza le parole del poeta celebrano la sua amata Sligo.

Lasciando Sligo Town da Pearse Road, girate a sinistra al semaforo all’altezza del GAA Sports Ground, poi ancora a sinistra per immettervi nella Greed Road (strada panoramica). Dalla cima della collina potrete ammirare la bellezza di Lough Gill.

Da qui potrete vedere chiaramente “Where dips the rocky highland Of Sleuth Wood in the lake, There lies a leafy island Where flapping herons wake The drowsy water-rats”. Questo paesaggio è stato creato e coltivato dalla famiglia Wynn di Hazelwood nel 18° secolo, ed è fin da allora un popolare luogo di ritrovo e divertimento per la gente di Sligo.

I went out to the hazel wood, Because a fire was in my head”, scrisse Yeats, e qui si può intuire quanto Lough Gill fosse allettante per il giovane scrittore. Ora girate a destra e fermatevi al Tobernalt Holy Well, reso sacro da generazioni di fedeli in preghiera.

Con il lago sulla sinistra raggiungerete in fretta Dooney Rock.

Questo è un posto perfetto per ballare e sentirsi romantici, e qui Yeats vedeva ogni domenica un violinista cieco esibirsi per chi lo voleva ascoltare “when I play on my fiddle in Dooney, Folk dance like a wave of the sea”.

La vista panoramica da Dooney vale lo sforzo di arrampicarsi su per gradini un po’ impervi e mostra la magnifica parte anteriore del Benbulben e sulla sinistra il monte Knocknarea.

The wind has bundled up the clouds high over Knock-narea,and thrown the thunder on the stones for all that Maeve can say”.

Proseguendo lungo le sponde del lago attraverso le stradine di campagna si riesce a scorgere un isolotto in mezzo al lago: Innisfree. Uno Yeats solitario a Londra, ascoltando lo sgocciolio di una fontana scrisse “I will arise and go now, And go to Innisfree, And a small cabin build there, Of clay and wattles made” solo chi ha sentito “lake water lapping With low sounds by the shore” in questo luogo di pace e tranquillità si può apprezzare appieno il potente uso che fa Yeats del linguaggio.

He stood among a crowd at Drumahair; His heart hung all upon a silken dress” questo villaggio è stato dimora degli 0’Rourke di Breffini e i resti della loro Banqueting Hall sono ancora visibili. Una pausa caffè qui o nel vicino castello di Parkes, appena restaurato, è l’ideale per rilassarsi un po’ durante la gita.

Proseguendo nei dintorni di Sligo immettetevi nella N16 verso Enniskillen. I panorami torriti che vi troverete di fronte sono stati scolpiti dai ghiacciai 12.000 anni fa e se recenti piogge riempiono il baratro potrete vedere Sruth in Aighd an Ghaoth (il flusso sul volto del vento) una cascata spinta verso l’alto dalla forza dei venti provenienti da Ovest ….l’effetto è talmente spettacolare che i bambini spesso pensano che la montagna vada a fuoco! A questo proposito, mentre mangiava all’aperto con le zie Yeats scrisse:

“Where the wandering water gushes From the hills above Glen-Car,In pools among the rushes That scare could bathe a star,We seek for slumbering trout And whispering in their ears Give them unquiet dreams”

Proseguendo per la N16 e non appena vi sembrerà di essere andati troppo lontano girate a sinistra e seguite il sentiero battuto verso le sponde del lago e la Cascata.

Con il lago alla vostra sinistra rimanete sotto la montagna e raggiungete Drumcliff e Lissadell House, casa dei Gore Booths dal 1834. Lì Yeats, poeta emergente e di successo conobbe le giovani di casa, Eva e Constance durante la sua visita nel 1894. Eva era una poetessa anche lei mentre Constance (che divenne poi la contessa Markievitz) era una dei leader della ribellione del 1916, diventando così un’icona dell’Irlanda rivoluzionaria.

Molti anni dopo Yeats scrisse in ricordo di quei giorni “The light of evening, Lissadell, Great windows, open to the south, two girls in silk kimonos, both beautiful, one in a gazelle” La casa è aperta durante l’estate. Proseguite verso Raghly Harbour per una passeggiata intorno a questa quieta ma ancora selvaggia penisola con le sue pittoresche navi da pesca.

Nella vicina Drumcliff, St. Columba fondò un monastero nel 6° secolo. Oggi si possono ancora vedere una magnifica croce dell’11° secolo e i resti di una torre a base circolare. Il bisnonno di Yeats era il Rettore qui e un memoriale accanto all’altare lo commemora. In uno dei suoi poemi più famosi, Yeats rende note le sue ultime volontà.

“Under bare Ben Bulben’s head In Drumcliff churchyard Yeats is laid. An ancestor was rector there Long years ago, a church stands near, By the road an ancient cross No marble, no conventional phrase; On limestone quarried near the spot By his command these words are cut: Cast a cold eye On life, on death. Horseman, pass by!”

Yeats, dopo una lunga e celebrata relazione con Maud Gonne, più tardi sposò Georgina Hyde Lees. Georgina diede nuova linfa alla sua vita e al suo lavoro, oltre ad un figlio e una figlia. Anche Georgina è sepolta a drumcliff.

Passiamo ora attraverso Rathcormac e Rosses Point. I cugini di Middletown possedevano una penisola con delle case per le vacanze. Nonno Pollexfen aveva una compagnia di navigazione e quindi il mare, i pescatori e le tradizioni legate all’acqua erano parte integrante di ogni visita a Sligo.

Ricordando il cugino, Yeats scrisse: “My name is Henry Middleton, I have a small demesne, A small forgotten house that’s set, On a storm bitten green” I resti di Elsinore Lodge (dove la famiglia affermava che ogni notte gli spiriti facessero visita picchiettando sui vetri delle finestre) sono ancora visibili, come la Pilot’s Watch House immortalata dal fratello pittore di Yeats in una sua opera.

Il Metal Man Light guida le navi lontano dal Sruth na Mile (le mille correnti) e dentro il canale di Sligo. Oyster Island sta di fronte al villaggio mentre la più ampia Coney Island (dalla quale ha preso il nome la più famosa isola di fronte a NY) è raggiungibile – quando la marea è bassa – attraverso una strada selciata che parte da Strandhill road. Yeats amava Rosses Point e qui fece il suo primo esperimento paranormale incoraggiato dal cugino e padrone di casa che aveva la “seconda vista”. Oggi ci sono ristoranti e pub per tutti i gusti, anche se non predicono il futuro!

Yeats riconoscerebbe ancora molto di Sligo Town. Le navi non salpano più per liverpool, Glasgow e l’america, ma alcune scaricano ancora merci nel porto. La grande magione bianca e nera, che presto verrà restaurata, nella quale viveva nonno Pollexfen all’apice della sua carriera domina ancora il molo, mentre Merville, nella quale si ritirò è ora un ricovero per gli anziani. Ha persino costruito la sua stessa tomba, appena superati i cancelli della cattedrale di St. John. All’angolo fra Wine Street e Adelaide Street si erge ancora la sede principale delle industrie Pollexfen con la sua torre dalla quale è possibile avvistare le navi in arrivo. Sull’Hyde Bridge sorge il quartier generale della Yeat’s society nelle cui stanze sono ospitati l’International Summer School, la Sligo Art Gallery e una mostra fotografica della famiglia Yeats e Sligo – tutti degni di visita. Superato il ponte, proprio di fronte alla sede dell’Ulster Bank si erge una straordinaria scultura del poeta “avvolto dalle proprie parole” commissionata dal comune per commemorare i 50 anni dalla sua morte nel 1989.

La statua è stata posta in questo punto perché accettando il nobel per la letteratura dal re di Svezia nel 1924 Yeats disse che lo stile neorinascimentale del palazzo reale gli ricordava la sede dell’Ulster Bank. Il romanzo di Yeats “John Sherman” parla delle pene d’amore di un uomo di Sligo che abita su the Mall; proprio di fronte a queste case oggi c’è il Model Arts and Niland Gallery dov’è in mostra permanente una collezione di quadri del fratello di Yeats jack e di suoi contemporanei.

Dirigendosi a sud da Sligo vale la pena di farsi un giro per Strandhill e Culleenamore “The old brown thorn-trees break in two high over Cummen Strand, Under a bitter black wind that blows from the left hand”. Se siete in forma una camminata fino in cima alla Knocknarea e al mitologico luogo di sepoltura della regina Maeve è relativamente facile e da lì potrete abbracciare con lo sguardo tutta la “terra del desiderio del cuore”.

Nel vicino villaggio di Ballysadare la Pollexfen company aveva diversi interessi agrari e il poeta spesso si fermava ad Avena House sulla strada principale. In questa zona si coltiva il salice per ricavarne il vimini utilizzato per creare cesti ed altri oggetti ornamentali e di uso comune ecc. e Yeats sentì una volta una zingara cantare una ballata che decise di riadattare magnificamente

“Down by the salley gardens my love and I meet; she passed the salley garden with lttle snow white feet; she bid me take love easy, as the leaves grow on the tree: but I, being young and foolish, with her would not agree.”

Lasciando la terra di Yeats portate con voi un po’ della bellezza del posto, così ben immortalata da tutta la famiglia Yeats.

Il Sale

Un granello bianco composto di cloruro di sodio nasconde dentro di sé un importanza incredibile, un potere che nel tempo l’ha visto diventare protagonista di conflitti bellici, un simbolo alchemico e un importante merce di scambio, tanto da influenzare le grandi vie di comunicazione della storia ( Via Salaria, Vie del Sale….)

14539468928e429f2da74154ccea470c_XLL’uso del sale risale a tempi immemorabili. Popoli da un capo all’altro delle nazioni lo hanno trasportato e commercializzato per utilizzarlo negli alimenti ma non solo, anche in rituali religiosi. Simbolo alchemico e massone d’iniziazione, saggezza e conoscenza, il sale nel Vecchio testamento è una delle offerte a Dio prescritte dalla Legge.

Nel Discorso della montagna Gesù si rivolge ai Suoi discepoli chiamandoli il “sale della terra”:

“Voi siete il sale della terra; ora, se il sale diviene insipido, con che lo si salerà? Non è più buono a nulla se non ad esser gettato via e calpestato dagli uomini”.(Mt.2, 13).

I Romani con il termine “salario” indicavano la razione di sale ricevuta dai soldati insieme con i viveri come ricompensa dei loro servigi, per questo ancora oggi utilizziamo la parola salario come sinonimo di “stipendio”.

“Fissate la vostra mente sul Sale e riflettete su nient’altro,perché in quello solo sono nascosti la scienza ed il più grande segreto di tutti gli antichi filosofi”.

Hermete Trismegisto

salecristalli
Photo credit: W.J.Pilsak / Foter.com / CC BY-SA

Il sale per la sua incorruttibilità è il simbolo dell’eternità del patto che lega Israele a Dio. Nel Vecchio Testamento il sale è un mezzo simbolico che garantisce il legame tra Dio e il Suo popolo: “Dalla tua offerta non lascerai mancare il sale dell’alleanza del tuo Dio” (Levitico 2,13 e altri).

Il sale era l’ingrediente indispensabile nei sacrifici degli animali nel santuario di Gerusalemme

Se vorrai essere ricco, prepara i sali affinché essi siano acqua pura, poiché i Sali sono convertiti in Spirito per mezzo del fuoco. I Sali sono le radici del nostro lavoro.Avicenna

Il sale non è utile solo nel condimento dei cibi, ma fondamentale (ancora di più in passato), per la conservazione degli elementi. Il suo effetto disidratante ed antibatterico, infatti favorisce la conservazione delle carni e del pesce alimenti fondamentali per la sopravvivenza nei tempi lontani.

Le streghe non salano per paura di perdere il loro potere; il Diavolo teme il sale per via del suo potere di “conservante”

Omero ne esalta il carattere “divino”; veniva tra l’altro usato in occasione dei sacrifici espiatori e dei Misteri come mezzo di purificazione simbolica. Già nell’antica Roma lo si metteva sulle labbra dei neonati perché li proteggesse dai pericoli.

In passato identificato come l’oro bianco, è stato oggetto e pretesto per scambi, vittorie e sconfitte dando origine avere e proprie “guerre del sale”. Nel medio evo si arricchì di simbologie e veniva asperso nei battesimi, nelle benedizioni o esorcismi di uomini, animali e cose come potente simbolo di purificazione dal demonio “corruttore”.

Famose ed efficaci sono le prese di Sale che venivano e ancora vengono poste agli angoli del letto o delle stanze. Si ritiene che  assorbano i miasmi eterici che tendono per onda di forma ad accumularsi negli “angoli” delle cose, delle case e degli esseri umani. Il Sale assorbe e trasmette.

“..perciò rivolgi il tuo animo, i tuoi sensi, la tua ragione e i tuoi pensieri a questo Sale soltanto” Khunrath

45 la raccolta del sale

Il Fiore di Sale – si tratta del primo sale che affiora dopo l’evaporazione dell’acqua. E’ un sale dal gusto più amabile e “rotondo” per questo particolarmente adatto anche ad abbinamenti con i dolci. Una curiosità visto al microscopio il suo granello risulta di forma perfetta di triangolo isoscele e piramidale, quasi a sottolinearne la sua perfezione e la sua vicinanza al simbolo delle divina proporzione.

Il sale- simbolo in alchimia

“Nel Sale ci sono due sali… Rex e Regina” Jung (Mysterium oniunctionis)

… tutti i metalli traggono origine da tre sostanze, cioè: da mercurio, zolfo e sale … il mercurio è lo spirito, lo zolfo è l’anima e il sale è il corpo.” Paracelso, 1493-1541

3elementsE’ uno dei tre principi primari insieme allo zolfo e al mercurio attraverso i quali si può arrivare al mistero della Pietra filosofale. Il sale rappresenta simbolicamente il corpo, il Mercurio l’anima (principio vitale, emotivo, psichico), lo zolfo lo spirito (il principio razionale). Il Sale è propriamente quel “mediatore” che mette d’accordo in se stesso le due nature opposte di Zolfo e Mercurio. Il Sale è particolarmente “amico” sia dell’acqua sia del fuoco.

Chi ha provato ad esempio a mettersi del sale su una scottatura sa bene quanto il sale assorba, attiri a se il fuoco, estirpandolo dalla pelle, così come lo fa anche con l’acqua, anticamente il sale infatti era usato per conservare i cibi, ne assorbiva l’acqua e li essiccava… Nel Sale, dunque, (neutro – figura androgina) Zolfo (principio maschile- sole) e Mercurio (principio femminile- luna) trovano unione, il matrimonio perfetto che dà origine a una cosa sola…  Il sale è il mediatore fra la secchezza e la fissità dello Zolfo e l’umidità e la volatilità del Mercurio. La teoria dei tre principi si sovrappone a quella dei quattro elementi della filosofia greca; secondo gli alchimisti è possibile tracciare una corrispondenza tra i tre principi e i quattro elementi come segue:

lo ZOLFO, principio maschile, fisso e attivo, corrisponde al FUOCO e alla TERRA,

il MERCURIO, principio femminile, volatile e passivo, corrisponde all’ARIA e all’ACQUA,

il SALE, principio mediatore e neutro, non corrisponde ad alcun elemento ma all’ETERE o QUINTESSENZA, che sta al di là e al di sopra dei quattro elementi.

C’è anche il sale inteso come conoscenza o Sal Sapientiae. Il sale infatti rappresenta anche l’acutezza mentale (una persona che “ha sale in zucca” è qualcuno che sa bene quello che fa, lo fa con ragionevolezza) il suo contrario è insipido, riferito alla persona, qualcuno che non ha niente da comunicare da dire. Sapienza e saggezza, due termini che differiscono secondo la più tradizionale cultura greco-romana: il primo fa rifermento infatti ad una dote innata, che conferisce la capacità istintiva di distinguere e giudicare, mentre la seconda, sarebbe un qualità che si acquisisce nel tempo frutto dell’esperienza pratica. Il sale fa quindi riferimento alla sapienza in quanto conoscenza insita in noi, legata al buon senso e al giusto istinto: qualità innate.

grains-of-salt_l
Photo credit: kevin dooley / Foter.com / CC BY

L’importanza del sale nei secoli è testimoniata anche nel lessico e nei detti tramandati e ancora in uso oggi, infatti quando si vuole indicare qualcuno o qualcosa di molto importante si dice che è “il sale della vita”….

Il termine latino sal significa anche arguzia e “salato” (salsus) può essere, ironicamente, un discorso o un’espressione arguta e mordace.

“Non v’è nessuno al mondo che possa giungere a piena comprensione senza conoscere il Sale” Museum Hermeticum

L’espressione “restare di sale” si riferisce invece all’episodio di cui è protagonista la moglie di Lot durante la distruzione di Sodoma e Gomorra:
“Ma la moglie di Lot si voltò indietro a guardare e divenne una statua di sale” (Gen.19,26).

ll sale è uno strumento di pulizia morale in molte culture e religioni. Il sale  è sinonimo anche di ospitalità. La tradizione prevede ad esempio che si condivida con un ospite pane e sale, oppure degli stuzzichini salati come noccioline, patatine o salatini. Il sale sul bordo di un bicchiere ci rammenta che uno dei piaceri della vita è condividere cibo e bevande con gli amici. Il sale stimola le nostre papille gustative, facendo sì che il palato possa discriminare meglio, riconoscendo in modo più sofisticato i sapori contrastanti, quelli dolci, salati e penetranti.

 

4,568FansLike
76FollowersSegui
439FollowersSegui
- Advertisement -

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie Più informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close